Il documento che pubblichiamo è l’elaborato di un “momento di riflessione dei Sindaci di Bardonecchia, Modane e Oulx sulla linea ferroviaria storica e i servizi connessi”, come loro stessi l’hanno definito. Sabato 15 Ottobre alle 17.30 è previsto un ritrovo alla stazione ferroviaria di Bardonecchia dove saranno presenti i tre sindaci che si confronteranno su questo tema con chi parteciperà.

 

La stazione di Bardonecchia dall'esterno
La stazione di Bardonecchia dall’esterno

______________________________

I punti in sintesi

· Inutilizzo da oltre 10 anni della linea storica internazionale per trasporto dei passeggeri
· Chiusura totale della biglietteria di Bardonecchia e riduzione drastica del medesimo servizio nei Comuni di Modane ed Oulx
· Stato di abbandono delle sale d’attesa e delle stazioni
· Ridotta accessibilità ai disabili sulla linea Torino – Bardonecchia
· Scarsa presenza della Polizia Ferroviaria nelle stazioni e sui treni
· Disparità di trattamento tra studenti dell’Alta Valle e della Bassa Valle

I Sindaci e le Giunte dei Comuni di Bardonecchia, Modane e Oulx intendono sottoporre all’attenzione degli enti destinatari della presente i seguenti disservizi:

Inutilizzo da oltre 10 anni della linea storica internazionale per trasporto dei passeggeri

Nonostante la linea in questione esista da più di un secolo e abbia sempre garantito il collegamento tra due Stati europei, favorendo con ciò scambi commerciali e culturali tra gli stessi e anticipando il modello di Europa unita che si è realizzato solo successivamente, oggi  questa linea ferroviaria ha perso la sua importante funzione diventando paradossalmente un limite e un problema per l’apertura verso l’Europa.

La linea Torino-Modane è stata troncata in due parti: il servizio metropolitano Torino-Bardonecchia e  la tratta Bardonecchia-Modane affidata ad un servizio di autobus che,  non essendo più considerato come il naturale proseguimento del viaggio presenta un numero ridotto di corse con un costo superiore del biglietto.

La stazione ferroviaria di Modane
La stazione ferroviaria di Modane

La chiusura dell’accordo tra le Ferrovie Italiane e le Ferrovie Francesi, con la società Artesia in essere fino al 2012, sostituita da Veolia Transev a gestione SNFC ha portato oggi ad avere treni con l’impossibilità di usare il TGV solo sulla tratta italiana.

La stazione di Bardonecchia
La stazione di Bardonecchia

Chiusura totale della biglietteria di Bardonecchia – riduzione drastica del medesimo servizio nei Comuni di Modane ed Oulx

La chiusura totale della biglietteria e la sostituzione della stessa con un’apparecchiatura automatica è di ostacolo per una larga fascia di utenti residenti e turisti, all’acquisto dei titoli di viaggio e ad un umano e doveroso servizio di informazione. A questo si aggiunga l’impossibilità per le persone diversamente abili di accedere alle tariffe a loro riservate. Va rilevato, per di più, che non è in alcun modo stato previsto personale che garantisca assistenza agli utenti e che verifichi con regolarità il funzionamento delle biglietterie automatiche.

Una macchina della bisglietteria automatica
Una biglietteria automatica

Stato di abbandono delle sale d’attesa e delle stazioni

L’apertura h24 senza sorveglianza delle stazioni favorisce il degrado delle stesse: molte persone utilizzano le sale di attesa per pernottare e bivaccare e anche come bagni pubblici in quanto gli stessi vengono accuratamente chiusi alle ore 19. Gli utenti dei primi servizi mattutini trovano regolarmente i locali in condizioni igieniche,  a dir poco, rivoltanti.

Scarsa presenza della Polizia Ferroviaria nelle stazioni e sui treni

La mancanza di controlli sui treni e nelle stazioni da parte del personale della Polizia Ferroviaria si riscontra marcatamente durante le fasce orarie più utilizzate dagli studenti.

Insegnanti e Dirigenti scolastici segnalano l’esigenza, manifestata ripetutamente da numerosi utenti e genitori, che in entrambi i luoghi ci sia una presenza costante e operativa della Polizia Ferroviaria, in quanto essi diventano troppo spesso, ormai, teatro di giochi pericolosi sui binari oltreché di atti di vandalismo e bullismo.

Ridotta accessibilità ai disabili sulla linea Torino – Bardonecchia.

Il Regolamento Europeo relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario, in vigore in Italia dal 4 Dicembre 2009, stabilisce che le imprese ferroviarie e i gestori delle stazioni hanno il dovere di garantire il trasporto pubblico ferroviario delle persone con disabilità e con mobilità ridotta, stabilendo anche quelle che sono le norme di accesso non discriminatorie che devono essere applicate al loro trasporto. Le imprese ferroviarie e i gestori delle stazioni devono garantire l’accessibilità delle stazioni, delle banchine, del materiale rotabile e degli altri servizi alle persone con disabilità o a mobilità ridotta. Questo purtroppo non accade nelle nostre stazioni dove anche gli ascensori non sono sempre funzionanti.

Disparità di trattamento tra studenti dell’Alta valle e della Bassa Valle

Oulx è sede di un polo scolastico che, tutte le mattine, fa convergere in alta valle quasi 1000 studenti provenienti dalla media e bassa valle, . Una scelta coraggiosa da parte di molte famiglie che scelgono la qualità nel campo educativo e la montagna a fronte di un servizio ferroviario che, con i differenti progetti Formula di GGT, discrimina le tariffe.

Una vecchia cartolina raffigurante l'ingresso del tunnel del Frejus lato Bardonecchia
Una vecchia cartolina raffigurante l’ingresso del tunnel del Frejus lato Bardonecchia

 

Nessun commento